www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Radargerätekartei - Radarstörsysteme

Apparecchio di ricognizione e disturbo KORAL

Descrizione del sistema di jamming; dati tecnico-tattici selezionati

Immagine 1: Il sistema di supporto elettronico KORAL (nella foto a destra) e il sistema di attacco elettronico (a sinistra), © 2016 Aselsan

Immagine 1: Il sistema di supporto elettronico KORAL (nella foto a destra) e il sistema di attacco elettronico (a sinistra), © 2016 Aselsan

Caratteristiche tecniche
frequenza di lavoro: banda S a K
distanza massima: 150 km

Apparecchio di ricognizione e disturbo KORAL

Il sistema di ricognizione e disturbo KORAL è stato sviluppato e prodotto dall’azienda turca Aselsan. Il sistema KORAL è composto da due camion militari 8x8, ciascuno dei quali trasporta un elemento del sistema. Uno è il sistema di supporto elettronico (ES) per la ricognizione e l’altro è il sistema di attacco elettronico (EA), che coprono entrambi l’intero spettro di frequenze radar attualmente in uso nelle forze armate. Entrambi i sistemi possono essere impiegati a una distanza massima di 500 metri. L’apparecchiatura di ricognizione e disturbo KORAL è progettata per disturbare e ingannare tutti i tipi di radar nemici convenzionali e complessi. È in grado di analizzare più segnali bersaglio in un’ampia gamma di frequenze e di generare automaticamente un segnale di risposta appropriato utilizzando una memoria digitale a radiofrequenza.

Il sistema di ricognizione KORAL (ES) è modulare e utilizza un’architettura a canali di ricezione digitali multipli. La sua ampia gamma di frequenze e la copertura dello spazio, unite all’elevata precisione di misurazione dei parametri (RF, PRT, PW, DOA), consentono di agire con un rilevamento automatico delle minacce e una rapida risposta del sistema contro minacce tradizionali e nuove. Con una portata effettiva di oltre 150 km, KORAL può disturbare e ingannare tutti i sistemi radar terrestri, marittimi e aerei.

Il sistema di disturbo KORAL (EA) dispone di molteplici tecniche di disturbo e inganno e può generare una rapida risposta del sistema attraverso il rilevamento automatico delle minacce. Il sottosistema ha anche un design modulare con ricevitori digitali integrati, un generatore di segnali di disturbo e un’architettura di archiviazione digitale per i segnali ad alta frequenza. Il rapido cambio di direzione del disturbo e l’elevata potenza di disturbo sono possibili grazie alle antenne phased array e agli amplificatori di potenza multipli basati su semiconduttori.

Il sistema KORAL è gestito da un equipaggio di due operatori e un supervisore nell’unità di comando. La cabina del posto di comando è attrezzata secondo gli standard NATO e supporta anche la protezione contro le minacce nucleari, biologiche e chimiche. KORAL offre anche un sistema di pianificazione e analisi delle missioni come opzione. Il sistema KORAL può operare in un intervallo di temperatura compreso tra -30°C e +50°C e con un’umidità fino al 95%.

Nel febbraio 2016, l’azienda turca Aselsan ha consegnato all’Aeronautica militare turca le apparecchiature di ricognizione e disturbo KORAL, di recente sviluppo e prodotte localmente. La Turchia ha costruito il sistema di guerra elettronica vicino al confine con la Siria per disturbare e ingannare i radar nemici.

Fonte: