www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

AN/APS-80

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: AN/APS-80

Immagine 1: AN/APS-80

Caratteristiche tecniche
frequenza di lavoro: banda X
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
durata degli impulsi (τ):
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco: 140 kW
potenza media:
portata strumentata 80 NM (≙ 150 km)
risoluzione in distanza:
precisione:
larghezza del fascio d’antenna: 2,6°
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione:
MTBCF:
MTTR:

AN/APS-80

L’AN/APS-80 opera in banda X come radar di sorveglianza aerea marittima e di ricerca in superficie con due antenne orientate meccanicamente per una copertura a 360°, una a prua e l’altra a poppa. Il radar utilizza il gruppo di visualizzazione AN/APA-125, che però non fa parte del radar. L’AN/APS-80 è stato montato sugli aerei di sorveglianza marittima a lungo raggio (LRMP) P-3C Orion della Marina statunitense in sostituzione dell’AN/APS-20.

L’AN/APS-80 originale produceva solo una singola antenna di 2,6 × 3,4°. La versione successiva AN/APS-80A poteva produrre due pattern: uno a forma di matita di 3,6° e uno a ventaglio di 18°.

AN/APS-88

L’AN/APS-88 è una versione ridotta e più leggera dell’AN/APS-80, destinata ad aerei più piccoli come il Grumman S-2 Tracker e il Grumman HU-16 Albatross. La potenza d’impulso è ora di soli 45 kW. Ciò ha ridotto la portata massima a 35 miglia nautiche (≙ 65 km).