www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

Mark 27

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: Antenna 66AGK, utilizzata nel radar Mk. 27

Immagine 1: Antenna 66AGK, utilizzata nel radar Mk. 27

Caratteristiche tecniche
frequenza di lavoro: 3 071 … 3 100 MHz
(banda S)
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
1 500 Hz
durata degli impulsi (τ): 0,3 µs
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco: 50 kW
potenza media: 225 W
portata strumentata 40 NM (≙ 74 km)
risoluzione in distanza:
precisione: 146 m
larghezza del fascio d’antenna:
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione:
MTBCF:
MTTR:

Mark 27

Il radar Mark 27, Mod 0, è un radar di ricognizione e ricerca del raggio d’azione operante nella banda S, progettato per essere utilizzato con le apparecchiature di controllo del fuoco sulle navi da guerra per controllare il fuoco contro i bersagli di superficie. Questo radar sostituiva i telemetri ottici posti in cima alle torri di controllo delle navi da guerra.

L’antenna utilizzava un riflettore parabolico di 76 × 38 cm, alimentato da due radiatori a tromba, realizzati in fusione di bronzo. Il riflettore è costituito da alette orizzontali in lega di alluminio. L’antenna commuta tra i due radiatori a cono al ritmo di 1 720 cicli al minuto in modalità di inseguimento del bersaglio. In modalità di ricerca, entrambi i radiatori a tromba sono alimentati in fase. I segnali di eco sono stati visualizzati su un A-scope e un PPI scope.

Il Mark 27 con la modifica Mod. 1 ha un’antenna più grande, che si traduce in una larghezza di fascio inferiore di 4 gradi.

Fonte: