www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

AI.23

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: AI.23

Immagine 1: AI.23

Caratteristiche tecniche
frequenza di lavoro: banda X
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
1 000 Hz
durata degli impulsi (τ): 1 µs
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco: 100 kW
potenza media:
portata strumentata 40 NM (≙ 74 km)
risoluzione in distanza:
precisione::
larghezza del fascio d’antenna:
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione:
MTBCF:
MTTR:

AI.23

L’AI.23 (Radar, Airborne Interception, Mark 23), noto anche come AIRPASS (Airborne Interception Radar and Pilot’s Attack Sight System), era un radar per l’inseguimento di bersagli in banda X sviluppato per il caccia supersonico britannico Lightning F.6. Era il primo radar monopulse ad alte prestazioni adatto alle truppe. Si trattava del primo radar monopulsante ad alte prestazioni al mondo adatto alle truppe. Il radar era utilizzato per controllare i missili aria-aria Firestreak e Red Top. Quest’ultimo era utilizzato per l’intercettazione supersonica.

Il radar era un classico radar a impulsi con un magnetron del tipo 65638/21 come tubo trasmettitore. Il design del radar era completamente analogico. Utilizzava tubi a vuoto in miniatura con connessioni a filo, tecnologia di avvolgimento nel cablaggio e raffreddamento ad aria forzata.

420 radar di questo tipo furono costruiti negli anni ’60, ’70 e ’80, con aggiornamenti continui fino al tipo AI.23D. Una versione successiva si chiamava AIRPASS II, ma era nota anche come Blue Parrot ed era utilizzata nelL’aereo Buccaneer. Nel frattempo, il radar è stato prodotto anche da Marconi Electronic Systems (MES). Il radar AI.23 è stato utilizzato dalla Royal Air Force britannica, dalla Saudi Arabian Air Force e dalla Kuwaiti Air Force. Il radar è stato dismesso nelL’aprile 1988.