www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

S-264

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: S-264

Immagine 1: S-264

Caratteristiche tecniche
S-264S-264A
frequenza di lavoro: 582 … 606 MHz
(banda UHF)
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
500 … 800 Hz260 … 550 Hz
durata degli impulsi (τ): 2 o 4 µs3 o 4 µs
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco: 50 kW500 kW
potenza media:
portata strumentata 110 NM
(≙ 200 km)
216 NM
(≙ 400 km)
risoluzione in distanza:
precisione:
larghezza del fascio d’antenna: 2,2°
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione: 5 or 10 min⁻¹
MTBCF:
MTTR:

S-264

L’S-264 era un radar di ricognizione aeroportuale e dello spazio aereo in rotta completamente coerente, operante nella banda UHF. Si tratta di un ulteriore sviluppo dell’S-234.

Il tipo S-264A contiene essenzialmente le stesse apparecchiature del tipo S-264, ma ha un amplificatore aggiuntivo ad alta potenza nel trasmettitore basato su un klystron, che aumenta la potenza di picco da 50 kW a circa 500 kW. Entrambe le versioni utilizzano una frequenza di ripetizione degli impulsi sfalsata. Il radar offre un MTI altamente efficiente e stabile grazie al completo controllo del cristallo. L’antenna utilizza un riflettore parabolico a singola curva alimentato da una guida d’onda con una serie di 40 radiatori a fessura. La parte superiore del diagramma dell’antenna è stata generata utilizzando la riflessione a terra. A questo scopo, l’antenna radar S-264 veniva spesso montata a livello del suolo e l’elettronica radar era installata in un bunker sotterraneo.

Il radar S-264 entrò in servizio all’aeroporto di Londra Heathrow nel 1954. Fu consegnato anche a diversi Paesi stranieri. Alcuni radar sono rimasti in servizio fino al 1990.

Fonte: