www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

S 1810

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: S 1810

Immagine 1: S 1810

Caratteristiche tecniche
frequenza di lavoro: 8 600 … 9 500 MHz
(banda X)
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
2 or 4 kHz
durata degli impulsi (τ): 0,2; 1 or 2 µs
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco: 50 kW
potenza media:
portata strumentata 40 NM (≙ 75 km)
risoluzione in distanza:
precisione:
larghezza del fascio d’antenna: 1,1°
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione: 24 min⁻¹
MTBCF:
MTTR:

S 1810

L’S 1810 è un radar agile in frequenza in banda X ottimizzato per applicazioni navali. Il radar con l’antenna standard è denominato S 1810 A, con una larghezza del riflettore di 2,4 metri. La versione compatta con antenna di 1,2 m (ampiezza del fascio: 2,2°) è denominata S 1810 C. Le antenne montate sulla nave sono montate su una piattaforma completamente stabilizzata. Alla versione per la protezione costiera è stato dato il suffisso di denominazione S 1810 (CD).

I radar primari possono essere combinati con un radar secondario operante in banda D, i cui dipoli sono montati sul bordo inferiore del riflettore dell’antenna primaria.

I radar sono ottimizzati per rilevare bersagli marini e aerei a bassa altitudine in ambienti ECM difficili. Utilizzano una modulazione lineare di frequenza all’interno dell’impulso con un rapporto di compressione dell’impulso di 20:1 nell’impulso lungo 2 µs. Il moto proprio della nave può essere compensato durante il rilevamento del bersaglio in movimento e la soppressione dello stato del mare.