www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

1RL144

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: 1RL144

Immagine 1: 1RL144

Caratteristiche tecniche
Hot ShotAB
frequenza di lavoro: banda S banda X
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
durata degli impulsi (τ):
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco: 10 kW150 kW
potenza media:
portata strumentata 20 km18 km
risoluzione in distanza: 500 m75 m
precisione: 20 m; 1°2 m; 2 min
larghezza del fascio d’antenna:
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione:
MTBCF:
MTTR:

1RL144

L’1RL144 (designazione NATO: „Hot Shot A“) è un radar di ricognizione 3D in banda S e di designazione dei bersagli del sistema di difesa aerea ibrido (combinazione di missili antiaerei e cannoni) 2S6M „Tunguska“.

L’antenna parabolica monocurva del radar è fissata sul retro della torretta. È integrato un radar secondario 1RL138 che opera nella banda UHF. La rotazione dell’antenna è stabilizzata elettromeccanicamente e può essere utilizzata anche durante la guida. Genera diversi diagrammi d’antenna con un angolo di elevazione di circa 5° fino a un angolo di elevazione di 15°. Il radar invia i suoi dati a un computer centrale, denominato 1A26, per il controllo delle armi.

Il sistema di difesa aerea è dotato di un ulteriore radar multifunzione operante in banda X per l’inseguimento dei bersagli, montato tra le canne dei cannoni (designazione NATO: „Hot Shot B“). Per l’uso dei cannoni antiaerei, questo radar funziona come un radar di inseguimento del bersaglio con il metodo del monopulso. Utilizza un’antenna parabolica circolare e trasmette anche codici modulati di posizione a impulsi per guidare i missili. Quando il missile si trova a circa 1 000 metri dal bersaglio, funziona come un radar di illuminazione del bersaglio chiamato NDZ (denominazione russa: радиолокационный неконтактный датчик цели, НДЦ) per la spoletta radio del missile. Il radar funziona quindi come radar bistatico per la ricerca semiattiva del bersaglio.