www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

AN/TPS-73

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: AN/TPS-73

Immagine 1: AN/TPS-73

Caratteristiche tecniche
frequenza di lavoro: 2,7 … 2,9 GHz
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
durata degli impulsi (τ):
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco: 10 kW
potenza media: 1,1 kW
portata strumentata 60 NM (≙ 111 km)
risoluzione in distanza: 230 m
precisione: range: 60 m,
azimuth: 0,18°
larghezza del fascio d’antenna: β= 1,45°, ε= 5°
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione: 12 o 15 min⁻¹
MTBCF: 5 000 h
MTTR: 1,4 h

AN/TPS-73

L’AN/TPS-73 è un radar primario multifunzionale in banda S (designazione IEEE) o in banda E (designazione NATO), costruito interamente con tecnologia a semiconduttori, che può essere utilizzato sia come radar tattico a lungo raggio per il controllo del traffico aereo sia come „gap filler“ nella ricognizione dello spazio aereo. È accoppiato a un radar secondario a monoimpulsi. Il sistema è stato sviluppato per soddisfare i requisiti del controllo del traffico aereo per la sorveglianza, il rilevamento, l’inseguimento e l’identificazione di bersagli in un ambiente con forti interferenze di bersagli fissi e contromisure elettroniche. L’agilità di frequenza da impulso a impulso sull’intera banda di frequenza, con l’impulso di trasmissione modulato a bassa potenza all’interno dell’impulso, garantisce un’elevata probabilità di rilevamento dei bersagli nell’intera area assegnata, riducendo al contempo la possibilità di ricognizione del proprio sito radar. L’amplificatore di potenza del trasmettitore è costituito da moduli intercambiabili, ciascuno con 300 watt di potenza d’impulso.

Il riflettore parabolico sviluppato da Alenia, con una superficie riflettente a forma di rete come ritaglio di un paraboloide, è illuminato da due radiatori, il che comporta una migliore resistenza alle interferenze dei bersagli fissi. Può essere alimentato con polarizzazione lineare orizzontale o circolare. Il ricevitore a basso rumore assicura un rilevamento ottimizzato dei bersagli mobili e utilizza una mappa elettronica dei bersagli fissi per regolare le soglie degli otto filtri Doppler. Un estrattore automatico di tracciati gestisce simultaneamente 600 tracce di bersagli confermati o 300 non confermati. Per contrastare le interferenze attive, il radar cambia la frequenza portante da un impulso all’altro o da un gruppo di impulsi all’altro e cerca automaticamente la frequenza con la minore interferenza attiva.

L’AN/TPS-73 è alloggiato in un unico container ISO standardizzato di 10 piedi, che fornisce anche lo spazio per il gruppo di antenne durante il trasporto. Il radar è trasportabile via terra, mare e aria (C-130, CH-53).

L’AN/TPS-73 è stato acquistato dal Corpo dei Marines degli Stati Uniti (USMC) nel 1990 ed è stato impiegato anche nella guerra in Iraq. 18 radar TPS-73 sono stati consegnati all’esercito statunitense come parte del Marine ATC and Landing System (MATCALS). Il radar è stato inizialmente prodotto da Paramax (una sussidiaria di UniSys) e successivamente da Lockheed Martin Tactical Defence Systems di Great Neck, New York e Alenia SpA (Italia). Attualmente è stato sostituito dal radar multifunzione AN/TPS-80 “G/ATOR”.

Il radar è stato prodotto su licenza da Alenia (poi Selex ES, ora Leonardo) e venduto con il nome di Argos 73.[1]

Fonte:

  1. Opuscolo del produttore (186 kByte)