www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

Ground Fire

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: Ground Fire 300 (GF 300)

Immagine 1: Ground Fire 300 (GF 300)

Caratteristiche tecniche
frequenza di lavoro: banda S
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
durata degli impulsi (τ):
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco:
potenza media:
portata strumentata 400 km
risoluzione in distanza:
precisione:
larghezza del fascio d’antenna:
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione:
MTBCF:
MTTR:

Ground Fire

Ground Fire è una famiglia di radar terrestri multifunzionali, controllati via software, che operano in banda S (designazione IEEE) o in banda E/F (designazione NATO) e sono progettati per svolgere simultaneamente compiti di difesa aerea e di sorveglianza aerea. È stato sviluppato sulla base del sistema radar Sea Fire.

I radar Ground Fire sono i cosiddetti radar 4D basati su un phased array attivo (AESA) in tecnologia GaN e sono abbastanza compatti da poter essere montati su un camion di medie dimensioni, rendendoli trasportabili in aereo e adattabili a una varietà di terreni. Le versioni Ground Fire sono in grado di rilevare e tracciare simultaneamente una gamma completa di bersagli con una copertura continua di 360° in azimut e fino a 90° in elevazione. Il Ground Fire è compatibile con i missili di difesa aerea della famiglia Aster, che possono essere utilizzati anche in condizioni di nebbia pesante e di disturbo. Il sistema radar è anche in grado di fornire un allarme precoce per i missili balistici in arrivo.

La versione Ground Fire 300 (GF 300) sostituirà l’Arabel a partire dal 2025 nell’ambito del programma Eurosam SAMP/T GBAD di nuova generazione (NG).

Fonte: