www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

Rohini

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: Rohini

Immagine 1: Rohini

Caratteristiche tecniche
frequenza di lavoro: banda S
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
durata degli impulsi (τ):
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco:
potenza media:
portata strumentata 200 km
risoluzione in distanza: 200 m
precisione: 50 m; ±0,5°
larghezza del fascio d’antenna: 1,8°…3°
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione: 7,5 o 15 rpm
MTBCF:
MTTR:

Rohini

Il Rohini è un radar di sorveglianza aerea 3D a medio raggio operante in banda S, che riconosce e traccia i bersagli anche in situazioni di interferenza complicate.

Il radar ha una copertura laterale di 360° e un angolo di elevazione fino a 30° a un’altitudine di 18 km. Rohini utilizza un’antenna phased array passiva che genera sette modelli di antenna stretti e sovrapposti per determinare con precisione l’altezza del bersaglio. L’antenna è composta da 32 file, ciascuna con 48 radiatori individuali, raggruppati in quattro segmenti. All’estremità superiore dell’antenna radar primaria è presente anche un’antenna IFF compatibile con il modo S.

Rohini è uno dei tre ulteriori sviluppi della licenza del radar polacco TRS-19 (la versione da esportazione del NUR-15 «Odra»). La denominazione comune del produttore per tutte le varianti è 3D Central Acquisition Radar (3D-CAR):

Il radar viene caricato su tre camion TATRA 8×8: uno per l’antenna e l’elettronica del radar (Radar Sensor Vehicle, RSV) e uno per lo shelter di controllo (Data Centre Vehicle, DCV). Il terzo TATRA trasporta due generatori diesel da 125 kVA per un’alimentazione indipendente. Il radar può essere installato e smontato in 30 minuti.