www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Indice del set di radar

AN/TPS-70

Descrizione del sistema radar, caratteristiche tattiche e tecniche

Immagine 1: Eine AN/TPS-70 Stellung

Immagine 1: Eine AN/TPS-70 Stellung

Caratteristiche tecniche
frequenza di lavoro: 2 900 … 3 000 MHz
tempo di ripetizione
dell’impulso (PRT):
frequenza di ripetizione
dell’impulso (PRF)
:
250 − 275 Hz
durata degli impulsi (τ): 6,5 µs
tempo di ricezione:
tempo morto:
potenza di picco: 3,5 MW
potenza media: 6,2 kW
portata strumentata 450 km
risoluzione in distanza:
precisione:
larghezza del fascio d’antenna: 1,5º
numero di impulsi sul bersaglio:
velocità di rotazione: 6 min⁻¹
MTBCF: 600 h
MTTR: 0,5 h

AN/TPS-70

L’AN/TPS-70 è un radar mobile tridimensionale phased array che opera nella banda S. Può localizzare bersagli fino a una distanza di 450 km in diverse condizioni ambientali. È il successore dell’AN/TPS-43.

Il radar può visualizzare sia uno schermo analogico con dati grezzi sia uno schermo sintetico con dati digitali (tracce). L’elaborazione dei dati radar controllata dal processore comprende l’acquisizione di dati grezzi e di dati elaborati digitalmente da vari radar, un filtro per la soppressione dei bersagli fissi e vari filtri per i bersagli (tracce). Il radar tattico AN/TPS-70 offre affidabilità, sensibilità e precisione, anche in condizioni di clutter complicato e forti segnali di eco da bersagli fissi.

L’impulso di trasmissione è modulato all’interno dell’impulso utilizzando il phase shift keying in quadratura. Ciò consente di localizzare i bersagli all’interno dell’impulso di trasmissione di 6,5 µs. Il trasmettitore utilizza un twystron a impulsi come stadio di uscita della potenza.

L’antenna è una superficie larga 5,5 metri e alta 2,54 metri. È costituita da 36 guide d’onda orizzontali con 98 radiatori a fessura ciascuna. I gruppi di antenne alimentati in serie sono collegati tra loro e formano sei diversi diagrammi di antenna stretta simultaneamente nella sezione ricevente dell’antenna con un’ampiezza di −3dB ad angoli di elevazione da 2,3° a 6°. L’impulso di trasmissione viene irradiato dalla metà superiore dell’antenna sull’intera gamma di angoli di elevazione da 0° a 20°. Ciò garantisce il calcolo dell’elevazione del bersaglio con un elevato tempo di illuminazione e un’alta percentuale di hit, a supporto di una soppressione ottimale del bersaglio fisso e del rilevamento del bersaglio.

L’AN/TPS-70 fornisce un’interfaccia automatica per i dati radar digitalizzati sia in formato plot che track. Oltre al rilevamento dei bersagli, l’estrattore di traccia (plotextractor) genera una mappa dei bersagli fissi, decodifica le risposte dell’identificatore amico/nemico, le correla con i dati radar primari e filtra le interferenze. Per ogni bersaglio viene generato un rapporto che viene inviato ai posti di comando collegati al radar. Il plotextractor può acquisire e seguire automaticamente fino a 500 bersagli. Ogni bersaglio è accompagnato da informazioni aggiuntive come l’identificazione, la rotta e la velocità, oltre a informazioni sull’intensità del segnale dell’eco.

Tutti i controlli del sistema sono effettuati tramite un touch screen. Più di 100 menu consentono un funzionamento semplice e possono essere utilizzati per effettuare tutte le impostazioni dell’unità radar. Le situazioni critiche e i messaggi di errore vengono visualizzati dall’operatore. Ogni radar è dotato di due schermi di questo tipo: uno è posizionato sopra la postazione di lavoro del radiocorriere, l’altro sul retro dello shelter per scopi di manutenzione.

Il sistema è composto dall’antenna principale con l’antenna IFF attaccata alla parte superiore e dallo shelter con l’elettronica e la stazione di lavoro del radiocronista. Per facilitare il trasporto, entrambi gli elementi possono essere caricati separatamente su un camion, un aereo o un elicottero.