www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Radar Basics

Schiera di Van Atta

Figura 1: Una schiera lineare passiva di Van Atta con onda incidente (rosso) e onda retro-irradiata (blu)

Figura 1: Una schiera lineare passiva di Van Atta con onda incidente (rosso) e onda retro-irradiata (blu)

Schiera di Van Atta

La schiera di Van Atta è un retroriflettore elettronico che può essere realizzato in un design piatto. La schiera ha un angolo di apertura maggiore di un classico riflettore radar, ma è solo a banda molto stretta. Consiste in un certo numero di elementi d'antenna elementari (per esempio dipoli o antenne patch), che sono simmetricamente collegati sul retro con cavi della stessa lunghezza. Questo assicura che l'elemento dell'antenna che riceve l'onda incidente per primo trasmetta poi il segnale ricevuto dall'elemento dell'antenna opposta per ultimo. Come con un'antenna phased array, questo causa una spazzata del fascio nella direzione dell'onda incidente.

Figura 2: Schiera di Van Atta bidimensionale in tecnologia PCB (le lunghezze dei cavi non sono state regolate).

Figura 2: Schiera di Van Atta bidimensionale in tecnologia PCB (le lunghezze dei cavi non sono state regolate).

La sezione radar equivalente (l'area riflettente effettiva) di una schiera di Van Atta passivo è:

(1)

  • σ = sezione radar equivalente
  • n = numero di elementi dell'antenna
  • λ = lunghezza d'onda del radar

La larghezza di banda è limitata alla larghezza di banda degli elementi dell'antenna utilizzati. La polarizzazione circolare è possibile se gli elementi dell'antenna la supportano. Tuttavia, le antenne patch richiedono il doppio delle linee di interconnessione, il che è possibile solo con PCB multistrato. Interi gruppi di radiatori possono anche essere usati come elementi d'antenna. È possibile anche una distribuzione areale con un cablaggio simmetrico centrale (vedi Figura 2). Questo fa ruotare l'onda in arrivo non solo nell'angolo laterale ma anche nell'angolo di elevazione.

Figra 3: Schiera attiva di Van Atta con 4 elementi

Figra 3: Schiera attiva di Van Atta con 4 elementi

Gli schiere di Van Atta possono anche essere utilizzati attivamente inserendo degli amplificatori nelle connessioni dei cavi. A questo scopo, o le direzioni dei cavi usati bidirezionalmente nella variante passiva devono essere divise con circolatori o devono essere usati array di antenne separati.

Gli schiere attivi di Van Atta possono essere utilizzati per la mimetizzazione e l'inganno. Per esempio, i miscelatori addizionali negli amplificatori possono essere usati per modulare il segnale di ritorno e simulare una velocità radiale molto alta o un volo nella direzione opposta al radar. Si possono anche usare degli sfasatori supplementari, che permettono poi di irradiare una fase opposta ai segnali di eco riflessi passivamente e quindi di ridurre l'area effettiva di retrodiffusione dell'oggetto da camuffare.

Lester Clare Van Atta (18 aprile 1905 - 16 marzo 1994) direttore tecnico degli Hughes Research Laboratories, fu l'inventore e l'omonimo di questo retroriflettore. Ha richiesto un brevetto per questo nel 1955. Il brevetto fu accettato nel 1959.