www.radartutorial.eu www.radartutorial.eu Radar Basics

Radar di movimento di superficie


Figura 1: Un ex radar navale operante nella banda di frequenza X usato come radar di movimento di superficie alla Logan Air Base (USA) nel 1995.

Radar di movimento di superficie

Radar di movimento di superficie (SMR) viene utilizzato per rilevare aeromobili e veicoli sulla superficie di un aeroporto. Il radar di movimento di superficie è attualmente il sistema di sorveglianza a terra più utilizzato per i movimenti di aerei e veicoli. Può essere utilizzato anche di notte e in condizioni di scarsa visibilità per monitorare il movimento di aeromobili e veicoli. Radar di movimento di superficie è il termine accettato da ICAO, ma storicamente è stato conosciuto con altri nomi come radar di movimento al suolo, apparecchiature di rilevamento della superficie aeroportuale (ASDE) e indicatore di movimento della superficie dell'aerodromo.

Il radar di sorveglianza del campo d'aviazione assicura il monitoraggio di questi movimenti con un tasso di dati molto elevato. L'antenna è spesso montata direttamente sulla torre del campo d'aviazione, il che assicura una buona panoramica. (Campi d'aviazione molto grandi come quello di Monaco hanno anche una seconda torre per la sorveglianza del campo d'aviazione). L'apparecchiatura radar differisce dal radar classico in quanto deve funzionare sotto un'interferenza di bersagli fissi molto forte e anche in altre condizioni aggravanti. La qualità del display spesso soffre in queste condizioni fisicamente sfavorevoli.

La velocità di rotazione dell'antenna radar di movimento in superficie è nell'ordine di circa un giro al secondo. Molti di questi radar operano nella gamma di frequenza della banda X e K. I dispositivi che operano tra 92 e 96 GHz hanno un potere risolutivo molto migliore. Tuttavia, questi radar sono soggetti a un'attenuazione molto elevata a causa della pioggia.

Figura 2: Lo stesso campo d'aviazione in mostra, oggi con ASDE-3 e connessioni di collegamento dati.

L'uso di un radar primario significa che non è possibile identificare gli oggetti visualizzati e quindi i controllori fanno un'identificazione visiva (ad esempio guardando semplicemente fuori dalla finestra). Questo è uno dei fattori che portano a una riduzione della capacità aeroportuale quando la visibilità è scarsa. A questo si può rimediare con un sistema che accoppia anche il radar secondario con il radar di sorveglianza del campo d'aviazione e inoltre equipaggia tutti i veicoli e le attrezzature di terra sul campo d'aviazione con un transponder (vedi programma ASDE-X). I radar di sorveglianza dell'aeroporto sono dotati di interfacce per altri radar, come i radar di sorveglianza aerea o i radar secondari. L'elaborazione dei dati controllata dal processore offre la possibilità di allertare in situazioni pericolose, così come l'identificazione e la visualizzazione di informazioni aggiuntive al segnale di destinazione.

Oltre al radar primario, un sistema di collegamento dati basato su un radar secondario, l'Automatic Dependent Surveillance - Broadcast (ADS-B), viene solitamente utilizzato per identificare i segnali del bersaglio. Questo sistema decodifica anche le informazioni SSR. L'immagine a fianco mostra l'aereo con l'indirizzo Mode-S corrispondente. Questa informazione può anche essere usata per rappresentare il numero di volo/linea aerea.

I sistemi all'avanguardia utilizzano un gran numero di ricevitori di frequenze radar secondarie distribuiti intorno al campo d'aviazione e determinano le posizioni esatte utilizzando la multilaterazione.